Riqualificazione di Piazza Aldo Moro e connessione degli spazi verdi limitrofi

L’intervento ha l’obiettivo di restituire alla città uno spazio verde riqualificato innescando nuove relazioni con il tessuto urbano e con il palazzo dell’Acquedotto adiacente, superando la cesura fisica causata dalla viabilità carrabile. Il tema della continuità costituisce la chiave del progetto: la continuità dello spazio, della natura (la continuità ecologica), delle funzioni, dei percorsi lenti e la continuità percettiva. I materiali sono declinati secondo i principi della eco-compatibilità ed eco-sostenibilità. Si è fatta una riflessione anche sulla modalità di gestione delle aree verdi e dei nuovi giardini, la cui sistemazione e la cura potrà essere eseguita con la collaborazione dei cittadini, stimolando un processo di ri-appropriazione e riconoscimento (inteso come nuova conoscenza e presa di coscienza) dello spazio pubblico e dunque di costruzione di legami identitari. A questo scopo potrà essere definito, in collaborazione con le scuole, un calendario ludico-didattico di attività legate al fare e al sapere sui temi della natura e dell’ambiente. Il nuovo disegno dello spazio pubblico vuole semplicemente, attraverso la geometria del disegno delle superfici verdi e della pavimentazione di colore differente, riorganizzare le funzioni esistenti, migliorando la qualità delle superfici rendendole permeabili, differenziandone l’utilizzo e garantendone una maggiore flessibilità. I principali interventi previsti sono:

  • Rigenerazione spazi aperti creando continuità e connessione;
  • Area polifunzionale per attività commerciali temporanee (mercato, ecc.);
  • Deimpermeabilizzazione superfici carrabili;
  • Deimpermeabilizzazione superfici pedonali (superfici minerali);
  • Rain garden (regimentazione acque);
  • Urbanistica tattica e segnaletica artistica;
  • Potenziamento partiture verdi e alberature;
  • Arredo urbano ecocompatibile ed illuminazione pubblica.

Letto 1198 volte