Super User

Super User

Venerdì, 08 Novembre 2019 13:50

Report lavori pubblici

L’Amministrazione Comunale continua a lavorare per la realizzazione ed il miglioramento di opere e servizi dando priorità agli edifici scolastici della Città.

Ecco l’elenco degli interventi aggiudicati di recente:

  • Progettazione definitiva ed esecutiva per la realizzazione del nuovo Polo Scolastico nel quartiere “Trentacapilli” su un’area di proprietà comunale.
  • Progettazione definitiva ed esecutiva per l’adeguamento sismico della scuola secondaria di primo grado “O. Serena”.
  • Entrambi gli interventi sono cofinanziati da Comune di Altamura e Regione Puglia.
  • Lavori per il miglioramento dell’efficienza energetica con la sostituzione degli infissi per la scuola primaria “Madre Teresa di Calcutta” ed il plesso scuola dell’infanzia “Karol Wojtyla” (fondi “Decreto crescita” del MISE).
  • È stata inoltre predisposta la progettazione definitiva ed esecutiva per l’intervento di consolidamento e ripristino del solaio di copertura della scuola dell’infanzia “S. G. Bosco”.
Giovedì, 27 Giugno 2019 13:49

Al via lavori pubblici per 2.700.000 €

Sono stati sottoscritti, in questa settimana, i contratti con le imprese aggiudicatarie degli appalti per i seguenti interventi:

- Adeguamento alla normativa antincendio del “Simone Viti Maino” (importo lavori 180.868 €, costo complessivo del progetto 324.000 €) per cui sono previsti anche lavori per impianto di climatizzazione e diffusione sonora nelle sale utilizzate per il centro anziani.

- Adeguamento alla normativa antincendio del Palazzetto dello Sport in via Piccinni che è stato anche omologato per attività sportive di pallavolo e di pallacanestro (importo lavori 431.000 €, costo complessivo del progetto 811.974 €).

- Costruzione della palestra presso la scuola secondaria di primo grado “Padre Pio” (importo lavori 1.113.158 €, costo complessivo del progetto 1.577.567 €). Il progetto è cofinanziato dalla Regione Puglia con un fondo di 700.000 €.

I lavori sono prossimi all'avvio.Si tratta di progetti dell'importo complessivo di 2.700.000 €.

 Altamura, 08.03.2024
Si pubblica in data odierna l'elenco aggiornato al 31.12.2023 delle ditte di fiducia
-ELENCO DITTE AGGIORNAMENTO 31.12.2023.pdf
 

Altamura, 29.06.2021
Si pubblica in data odierna l'elenco aggiornato al 29.06.2021 delle ditte di fiducia
Elenco operatori economici aggiornato al 29/06/2021


Altamura, 12.11.2019
Si pubblica in data odierna l'elenco aggiornato al 31.10.2019 delle ditte di fiducia
Elenco operatori economici aggiornato al 31/10/2019

Altamura, 29.05.2019
Si pubblica in data odierna l'elenco aggiornato delle ditte di fiducia
Elenco operatori economici aggiornato al 30/04/2019

Altamura, 29.11.2018
Si pubblica in data odierna l'elenco aggiornato delle ditte di fiducia
- Elenco operatori economici aggiornato al 31/10/2018

Altamura, 25.06.2018
Si pubblica in data odierna l'elenco aggiornato delle ditte di fiducia
- Elenco operatori economici aggiornato al 30/04/2018

-----------------------------------------------------------------------
Altamura, 08.11.2017
In seguito alla pubblicazione del nuovo portale istituzionale del Comune di Altamura, si riporta di seguito l'avviso pubblico già pubblicato nel vecchio sito istituzionale riguardante la modulistica e le procedure per la formazione dell’elenco aperto con revisione semestrale di ditte di fiducia del Comune di Altamura
ISCRIZIONE ELENCO IMPRESE DI FIDUCIA PER LAVORI AFFIDATI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA – ART. 36 COMMA 2 LETT. A) – B) – C) DEL D. LGS. N. 50/2016.
Documentazione

- 2016.02.05 - Det.Dir.81 Avviso Pubblico formazione elenco ditte
- 2016.02.05 - avviso_pubblico_formazione_elenco_ditte_2016
- Domanda di iscrizione
- Mod.1 dichiarazione titolare
- Mod.2 dichiarazione altri soggetti
- Elenco operatori economici aggiornato al 31/10/2017

Le richieste vanno inviate al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:  
Martedì, 30 Aprile 2019 11:24

Parco San Giuliano Cantiere Aperto

Workshop intensivo di progettazione promosso dal Comune di Altamura in collaborazione con l’Università della Basilicata (vista la Delibera di Giunta Comunale n. 45 del 27/09/2018).
È finalizzato all’elaborazione di progetti alla scala urbano-architettonica per la definizione di nuovi spazi pubblici attrezzati e la proposta di programmi funzionali ibridi.
Possono partecipare professionisti in forma singola o associata (architetti, ingegneri, pianificatori, agronomi, geologi, esperti di mobilità, paesaggisti, archeologi, designer, facilitatori, project manager, geometri, esperti di marketing, avvocati ecc.), organizzazioni culturali non-profit, studenti e neolaureati di tutta Italia.

Il workshop prevede diversi tipi di attività:

- laboratorio di co-progettazione;

- seminari di formazione ed aggiornamento professionale (aperti anche ad uditori esterni);

- review;

- presentazioni finali ed esposizione pubblica dei lavori.

COORDINAMENTO SCIENTIFICO
Il coordinamento scientifico è a cura dei docenti Ina Macaione, Chiara Rizzi e Ettore Vadini del Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo (DiCEM) presso l’Università degli Studi della Basilicata.

COORDINAMENTO ORGANIZZATIVO
Il coordinamento organizzativo è affidato ad Iperurbano, il Laboratorio Interistituzionale per la programmazione urbana del Comune di Altamura.

ISCRIZIONI
Per iscriversi occorre inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando le seguenti informazioni:
Oggetto: Iscrizione workshop Parco San Giuliano Cantiere Aperto
Nome, cognome, ragione sociale, professione/ambito di studio, città, giornata/e di partecipazione, telefono, e-mail.

Il termine ultimo per l’invio della mail è il giorno domenica 05 Maggio 2019 alle ore 23.59.

La partecipazione al workshop è gratuita. Eventuali costi di viaggio/vitto/alloggio sono a carico dei partecipanti.

STRUMENTI
È necessario essere muniti del proprio computer portatile.

Con determinazione del Dirigente del dipartimento regionale “Mobilità, qualità urbana, opere pubbliche e paesaggio” n. 6 del 22.03.2018 è stata approvata la graduatoria provvisoria delle proposte pervenute alla Regione Puglia entro il 16.10.2017.

Su 89 candidature pervenute, di cui 83 le “Aree Urbane” e relative Autorità di gestione, la proposta redatta e candidata dal Comune di Altamura si è posizionata all’8° posto, risultando dunque beneficiario di un finanziamento di 5 milioni di euro a valere sull’Asse XII del Programma Operativo Regionale FESR-FSE Puglia 2014 – 2020.

A seguito dell’approvazione del bando regionale avvenuto con Delibera della Giunta Regionale n. 650 del 4 maggio 2017 e 1479 del 25 settembre 2017, finalizzato a selezionare Aree Urbane caratterizzate da particolari condizioni di marginalità sociale ed economica nelle quali creare o migliorare servizi, favorendo processi di inclusione sociale delle fasce disagiate della popolazione residente, l’amministrazione comunale con Delibera di Giunta Comunale n.71 del 21 giugno 2017 dava indirizzo di aderire al bando redigendo una Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) per la città di Altamura.

Ai fini della candidatura con Delibera Consiglio Comunale n.61 del 13/10/2017 è stato adottato anche l’Aggiornamento del Documento Programmatico per la Rigenerazione Urbana.

La SISUS, approvata con Delibera del Commissario dott.ssa Rachele Grandolfo n. 12 del 11 ottobre 2017, è uno strumento di programmazione di sviluppo urbano che, partendo dall’analisi del contesto territoriale, individua interventi strategici e integrati (infrastrutture e servizi) necessari a migliorare la vivibilità dei quartieri, ridurre il disagio abitativo, innalzare la qualità architettonica e la qualificazione ecologica degli edifici, ridurre il consumo delle risorse, riconnettere il tessuto urbano, in modo da favorire processi di inclusione sociale e contrastare fenomeni di degrado e disagio.

La SISUS che intende valorizzare gli spazi pubblici promuovendo una appropriazione dei luoghi da parte delle comunità è stata elaborata coinvolgendo la cittadinanza e si struttura su quattro gli obiettivi tematici, cosi come previsto dal Bando : energia sostenibile e qualità della vita; adattamento al cambiamento climatico; prevenzione e gestione dei rischi, tutela dell’ambiente e valorizzazione delle risorse culturali e ambientali, inclusione sociale; lotta alla povertà. A titolo esemplificativo prevede un sistema infrastrutturale dotato di mix funzionale, efficiente dal punto di vista energetico ed in grado di adattarsi ai fenomeni di cambiamento climatico, attraverso una dotazione di spazi pubblici alberati e permeabili, che preveda anche un sistema di piccoli invasi inondabili e/o drenanti per un sistema di raccolta di acqua piovana per il successivo riuso.

L’ambito individuato per l’attuazione degli interventi pilota si estende tra le Matrici di via Selva e via Matera, sez. territoriale Pietra, sarà oggetto di un intervento di infrastrutturazione complesso e integrato lungo una delle due matrici che lo individuano.

La SISUS si concretizzerà in piccoli interventi (con la logica dell’effetto farfalla, nella teoria del caos) che servono a riportare all’interno del sistema il principio di prossimità, evidente nella struttura storica di Altamura nel sistema dei Claustro.

Gli interventi ed obiettivi generali della SISUS sono:

  • realizzazione di spazi alberati e permeabili e di un sistema di piccoli invasi inondabili e/o drenanti per un sistema di raccolta di acqua piovana per il successivo riuso;
  • punti di ricarica dei mezzi elettrici pubblici e privati;
  • una rete di percorsi ciclabili e/o ciclo pedonali che connetta luoghi identitari della città (come ad esempio la villa comunale, il Teatro Mercadante, le case contadine) ad aree periferiche situate ai margini della attuale circumvallazione, eliminando così gli elementi di separazione con i quartieri a sud dell’abitato;
  • recupero funzionale di parte della struttura dell’’ex monastero del Soccorso, che fungerà da “contenitore” del laboratorio Iperurbano, luogo di co-progettazione su temi come le nuove economie e la modernizzazione dei servizi;
  • trasformazione di alcune superfici di proprietà comunale lungo la direttrice di Via Selva in spazi di sperimentazione sociale;
  • riconversione di spazi tra gli edifici di edilizia popolare in “isole verdi”, spazi a disposizione degli abitanti ove poter promuovere iniziative sociali, coinvolgendo scuole, strutture per l’accoglienza dei migranti o per gli anziani ad esempio in progetti di agricoltura sociale ed economia circolare;
  • interventi di riduzione del disagio abitativo con realizzazione di alloggi;
  • laboratori di antichi mestieri e orti botanici in alcune aree del quartiere Trentacapilli, luoghi in cui realizzare scambi di esperienze e competenze in un patto tra generazioni;
  • pedonalizzazione di alcune vie cittadine e creazione di corti urbane, per consentire il recupero del concetto di prossimità, sul modello dei claustri del borgo antico;
  • manutenzione straordinaria del reticolo idraulico, delle reti di scolo e sollevamento acque, laminazione delle piene e stabilizzazione delle pendici utilizzando infrastrutture verdi e tecniche di ingegneria naturalistica;
  • misure innovative per il risparmio della risorsa acqua, depurazione per il contenimento dei carichi inquinanti, riabilitazione dei corpi idrici degradati attraverso un approccio eco sistemico;
  • infrastrutture per il convogliamento e lo stoccaggio delle acque pluviali.

Per la realizzazione degli interventi, sono stati sottoscritti numerosi Protocolli di intesa e Manifestazioni di interesse come l’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia, la Città Metropolitana di Bari, l’Arca, l’Istituto Nazionale di Urbanistica, l’Associazione Nazionale Costruttori Edili, il Gruppo di Azione Locale “Terre di Murgia”, sindacati e poi istituti scolastici, imprese sociali, associazioni, parrocchie, che si ringraziano per l'occasione

La Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) è il risultato di un lavoro complesso di equipe che ha visto coinvolte varie figure quale il dirigente del Settore “Sviluppo e Governo del Territorio” del Comune di Altamura, arch. Giovanni Buonamassa, referente e coordinatore del lavoro sulla “Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile – SISUS”, i tecnici e funzionari comunali, arch. Maria Cornacchia, ing. Biagio Maiullari, dott.ssa Mina Lorusso, il dirigente dott. Luca Nicoletti, geometri Saverio Clemente e Domenico Pepe, con il supporto della dott.ssa Maria Giovanna Turturo che ha curato il design del processo partecipativo e la elaborazione strategica, assieme alle associazioni che si sono attivate nell’ambito del processo partecipativo (IxU Iperurbano), in particolare le associazioni “Esperimenti Architettonici”, “Il Cuore di Altamura”, “AGI – Giovani Ingegneri”, “Proloco Altamura”, oltre a tutte le realtà e persone (singoli cittadini, professionisti) che, a vario titolo hanno dato un contributo nella elaborazione della strategia.

Ora l'Autorità di Gestione (AdG) per il tramite del Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio provvederà a designare le AU quali Organismi Intermedi per la selezione degli interventi che saranno individuati successivamente. Termine ultimo per la chiusura dei cantieri il 31 dicembre 2023.

Ulteriori informazioni sul sito www.iperurbano.it/sisus

L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

 

A seguito di una richiesta di incontro inviata al Prefetto di Bari, la Sindaca di Altamura Rosa Melodia, accompagnata dal Magg. Michele Maiullari Comandante della Polizia Locale, ha partecipato alla riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura di Bari.

Presenti oltre a S.E. il Prefetto dott.ssa Antonia Bellomo, il Questore di Bari dott. Giuseppe Bisogno ed il Comandante provinciale dei Carabinieri di Bari e Bat, Col. Fabio Cairo.

Durante la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica sono stati analizzati i dati sull'andamento dei reati nel territorio altamurano.

La Sindaca ha esposto i problemi di ordine pubblico in città, riferendosi in particolare agli ultimi episodi di cronaca, avvenuti nel centro storico, a Parco San Giuliano, in contrada Sgarrone, segnalati, durante diversi incontri a Palazzo di Città, dai comitati di quartiere.

Proseguiranno anche nei prossimi mesi le attività congiunte, avviate già dal 1° febbraio da Questura, Guardia di Finanza, Carabinieri e Polizia Locale con servizi serali di prevenzione. Saranno attenzionati in particolar modo il centro storico ed i quartieri periferici. È in corso l’implementazione del servizio di videosorveglianza (complessivamente ci saranno 76 telecamere), oltre a 7 telecamere installate nei pressi degli istituti scolastici nell’ambito del progetto “Scuole sicure”.

Il Centro Trapianti Puglia ha organizzato, domenica 16 febbraio, l'evento "Chi dona vive due volte", al teatro "Piccinni" di Bari, insieme alle istituzioni regionali della sanità, per celebrare i donatori di organi, tessuti, cellule e pazienti trapiantati pugliesi.
In questa occasione il coordinatore del Centro Trapianti prof. Loreto Gesualdo ha ringraziato gli operatori dell'Ufficio Anagrafe, con una menzione particolare ai dipendenti del Comune di Altamura per il prezioso contributo nella raccolta delle dichiarazioni di volontà alla donazione degli organi, resa possibile dall'attivazione del progetto "Una Scelta in Comune" e successivamente dall'adozione della nuova CIE.
Hanno partecipato alla premiazione la Sindaca di Altamura Rosa Melodia, il dirigente del I Settore (Area Servizi Amministrativi ed al Cittadino) dott. Gianluca Nicoletti ed il caposervizio dell'Ufficio Anagrafe dott. Vanni Murgese. Un programma ricco di interventi, anche musicali con Libre Ensemble (Annunziata Loporcaro e Nicola Moramarco) & Nico Berardi. La Sindaca ha sottolineato l'impegno del dirigente, del caposervizio e dei dipendenti dell'Ufficio Anagrafe nel portare avanti questo progetto avviato nel 2014 e la dedizione delle sei associazioni di ''Una, tante squadre per la vita" nel raggiungimento di questo risultato con una costante e quotidiana attività di sensibilizzazione sul territorio.

LAmministrazione Comunale assicura il pieno sostegno al Comitato “Genitori Speciali”.

La modifica al Regolamento Regionale, paventando la sospensione dei programmi terapeutici riabilitativi, per i pazienti disabili adulti e minori, in centri fuori dalla Puglia, ha messo in crisi 261 famiglie di Altamura, Gravina in Puglia, Santeramo in colle e Poggiorsini che rischiano il trasferimento da centri extra-regionali in altre sedi pugliesi molto più distanti dai Comuni di residenza, andando ad appesantire le liste d’attesa già congestionate.

Sulla questione ieri si è tenuto un incontro a Palazzo di Città che ha visto la partecipazione della Sindaca Rosa Melodia, dell’Assessora Annunziata Cirrottola, dei consiglieri Maria Carmela LongoMarco Rifino e delle referenti del Comitato Mary Cristallo ed Evita Salvaggiulo.

Inoltre, l’Unità Operativa Semplice di Neuropsichiatria dell’Infanzia dell’Asl, in una nota ha comunicato ai dirigenti scolastici dei comuni dell’ambito territoriale di non ritenere più autorizzati i trattamenti riabilitativi effettuati presso gli istituti scolastici da operatori sanitari in convenzione, negando il prezioso lavoro svolto fino ad ora in sinergia con le strutture scolastiche, vero modello di integrazione.

La Sindaca Rosa Melodia ha dichiarato: «Il nostro unico interesse è quello di garantire il diritto alla salute, costituzionalmente riconosciuto, alle bambine ed ai bambini con disabilità. Il compito delle istituzioni è anche quello di garantire la qualità della vita ai genitori che hanno organizzato l’intera esistenza intorno alle esigenze dei propri figli. Cambiare i piani terapeutici, le sedi e gli specialisti, significa interrompere quei rapporti di familiarità e di fiducia consolidati nel tempo. Sono sicura che il Governatore Emiliano farà chiarezza su questa incerta situazione».

Lunedì, 24 Febbraio 2020 07:54

Il programma del Carnevale 2020 ad Altamura

È tutto pronto per il Carnevale di Altamura organizzato e supportato dall'Amministrazione Comunale. Ad animare l'edizione 2020, la sfilata, quest’anno a tema libero, di carri allegorici e gruppi mascherati.

PROGRAMMA

SFILATA DI CARRI ALLEGORICI

Domenica 23 febbraio - ore 15.30

Raduno e partenza da Piazza A. Moro
Percorso Viale Martiri - Piazza Zanardelli- Via dei Mille - Via Vittorio Veneto

Arrivo e Conclusione Piazza S.Teresa

Martedì 25 febbraio - ore 17.30

Raduno e partenza da Piazza A. Moro
Percorso Viale Martiri - Piazza Zanardelli - Via dei Mille - Via Vittorio Veneto

Arrivo e Conclusione Piazza S.Teresa

GIOVEDÌ | 27 FEBBRAIO | 19.30
Teatro Mercadante
Via dei Mille, Altamura

Il terzo appuntamento del ciclo Paleocity mette a confronto diverse esperienze di valorizzazione del patrimonio attraverso le nuove tecnologie che passano dalle ricostruzioni digitali in 3D alla realtà aumentata.

Introduce:

Nino Perrone, Assessore alle culture, Comune di Altamura

Modera:
Ugo BacchellaFondazione Fitzcarraldo

Interventi:

  • Maria Elena ColomboAccademia Di Belle Arti Di Brera
  • Francesco Gabellone, Consiglio Nazionale delle Ricerche
  • Fabio Viola, game designer e fondatore Tuo Museo
  • Adele Magnelli, ETT Solutions, una tra le migliori aziende italiane che operano nella valorizzazione del patrimonio attraverso le nuove tecnologie.

Conclusioni:

  • Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio, Regione Puglia
  • Rosa Melodia, Sindaca Comune di Altamura

Paleocity è il ciclo di eventi che coinvolge i protagonisti dei più importanti musei e luoghi della cultura legati alla paleontologia raccontare al pubblico le proprie esperienze. Un confronto con esperienze nazionali e internazionali per delineare le prospettive di sviluppo e di valorizzazione dell’Uomo di Altamura, lo straordinario scheletro intatto risalente al Paleolitico scoperto nella grotta di Lamalunga nell’ottobre del 1993.

Progetto del Comune di Altamura, in collaborazione con la Fondazione Fitzcarraldo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.