Stampa questa pagina
Giovedì, 28 Maggio 2020 10:21

Buoni spesa Covid-19

Quali sono i requisiti?

  • Residenzadimora abituale o permanenza nel Comune di Altamura a causa del divieto di allontanamento; 
  • non essere beneficiari di alcun altro contributo pubblico di sostegno al reddito per importi mensili superiori a 500 euro;
  • di non beneficiare di altri istituti previdenziali: cassa integrazione ordinaria, Naspipensioni di vecchiaiasociali o di inabilità, contributi connessi a progetti personalizzatialtre indennità speciali connesse al emergenza Coronavirus alla data dell’8 marzo 2020;
  • appartenere ad un nucleo familiare i cui componenti abbiano percepito, a partire dall’8 marzo, redditi da lavoro autonomo, dipendente, occasionale, pensione o reddito di cittadinanzafino a 100 euro per ciascun componente. Per esempio:
    100 euro per famiglie con 1 componente
    200 euro per famiglie con 2 componenti
    300 euro per famiglie con 3 componenti
    e così di seguito ... 
  • appartenere ad un nucleo familiare i cui componenti siano percettori di reddito da lavoro dipendente presso aziende che hanno fatto ricorso ad ammortizzatori sociali, non avendo maturato alcuna retribuzione a partire dall’8 marzo 2020
  • essere in possesso al 31 marzo di una liquidità disponibile su CC bancario o postale non superiore:
    - a 2.500 euro per famiglie con 1 componente
    - a 3.500 euro per famiglie con 2 componenti
    - a 4.500 euro per famiglie con 3 componenti
    - a 5.500 euro per famiglie con 4 componenti
    - a 6.500 euro per famiglie con 5 o più componenti.

Importo del buono spesa

I Buoni Spesa sono erogati una tantum per importi fino a 100 euro per ogni componente del nucleo familiare fino a un massimo di 500 euro per l’intero nucleo familiare.

Come fare domanda

Le domande potranno essere presentate esclusivamente on-line sulla pagina web del Comune alla sezione “Buoni Spesa - Covid 19”Volontari saranno a disposizione per aiutare i cittadini a compilare la domanda online.

Erogazione buoni

I buoni spesa, di 10 euro cadauno, saranno nominativi, non cedibili e spendibili negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa.
Verranno consegnati ai beneficiari presso i vari sportelli di distribuzione che saranno istituiti

Termini

le domande dovranno essere inviate per via telematica dal sito del Comune di Altamura entro le 22.00 di giovedì 9 aprile 2020. L’erogazione dei buoni spesa avverrà a conclusione della verifica delle domande.

Informazioni e contatti

Operatori e volontari risponderanno alle telefonate degli utenti, in orari d’ufficio, ai seguenti numeri:
T. 080 310 7252    
T. 080 310 7407    
T. 080 310 7243
T. 339 747 3314   Associazione ANPANA
T. 339 770 6548  Associazione “il Mondo che vorrei”
T. 380 645 1857  Associazione “Biancamano”
T. 388 729 5912  Coperativa Exsultet
T. 333 248 1397  Centro interculturale “Caravan”
T. 339 783 6694  Centro interculturale “Caravan”

(per chi ha bisogno di assistenza contattare uno dei numeri telefonici indicati) 

AVVERTENZA: per chi non dispone di un indirizzo mail proprio può inserire la seguente mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DOMANDE FREQUENTI:

1) Sono un lavoratore autonomo con partita IVA e ho smesso di lavorare dall’8 marzo perché la mia attività è stata sospesa per disposizioni di provvedimenti governativi, ho diritto  a percepire i buoni spesa pur avendo presentato all’INPS domanda per il bonus di € 600?
Si, ha diritto se alla data di presentazione della domanda non ha ricevuto il sussidio dall’INPS o da altra CASSA privata, ma deve verificare se allo stesso tempo:
Non è titolare di un patrimonio finanziario sul conto alla data del 31 marzo 2020  
di oltre 2.500 euro (se il nucleo è composto da una persona)
di oltre 3.500 (se il nucleo è composto da due persone)
di oltre 4.500 (se il nucleo è composto da tre persone)
di oltre 5.500 (se il nucleo è composto da quattro persone) 
di oltre 6.500 (se il nucleo è composto da cinque o più persone)
Inoltre, nel mese di marzo e precisamente alla data del 8 marzo 2020 deve aver percepito redditi da lavoro autonomo pari o inferiore a € 100. Se per esempio la Sua famiglia è composta da 2 persone, il reddito complessivo considerando anche quello dell’altro componente deve essere inferiore cumulativamente ad € 200 e via di seguito in base al numero del numero dei componenti del nucleo familiare. 
Se poi all’interno del suo nucleo familiare c’è un percettore di reddito di cittadinanza/pensione di cittadinanza o qualsiasi forma di sostegno pubblico (RED-REI-etc) di importo mensile superiore ad € 500,00 non ha diritto.

2) Sono un lavoratore dipendente in attesa di cassa integrazione ed ho perso il lavoro dall’8 marzo, ho diritto a percepire i buoni spesa se alla data della domanda non ho percepito la cassa integrazione?.
Si ha diritto, ma deve verificare che non sia titolare di un patrimonio finanziario sul conto alla data del 31 marzo 2020 
di oltre 2.500 euro (se il nucleo è composto da una persona)
​di oltre 3.500 (se il nucleo è composto da due persone)
di oltre 4.500 (se il nucleo è composto da tre persone)
di oltre 5.500 (se il nucleo è composto da quattro persone) 
di oltre 6.500 (se il nucleo è composto da cinque o più persone)
Inoltre, nel mese di marzo e precisamente alla data del 8 marzo 2020 deve aver percepito redditi da lavoro  pari o inferiore a € 100. Se per esempio la Sua famiglia è composta da 2 persone, il reddito complessivo considerando anche quello dell’altro componente deve essere inferiore cumulativamente ad € 200 e via di seguito in base al numero del numero dei componenti del nucleo familiare. 
Se poi all’interno del suo nucleo familiare c’è un percettore di reddito di cittadinanza/pensione di cittadinanza o qualsiasi forma di sostegno pubblico (RED-REI-etc) di importo mensile superiore ad € 500,00 non ha diritto.

3) Sono disoccupato, ho diritto a percepire i buoni spesa?
Se già percepisce una indennità di disoccupazione superiore ad € 500 non ha diritto. 

4) Sono titolare di Reddito di cittadinanza con un assegno mensile di 600 euro,  ho diritto a percepire i buoni spesa?
Non ha diritto, perché è percettore di reddito/pensione di cittadinanza o qualsiasi forma di sostegno pubblico (RED-REI-etc) di importo mensile superiore ad € 500,00.

5) Sono disoccupato ma ho due figli che hanno continuato a lavorare per tutto marzo e hanno percepito complessivamente uno stipendio di 1.000 euro, ho diritto a percepire i buoni spesa?
Non ha diritto. Perchè il requisito per il caso in questione, prevede che nel mese di marzo e precisamente alla data del 8 marzo 2020 deve aver percepito redditi da lavoro  pari o inferiore a € 100. Se per esempio la Sua famiglia è composta da 2 persone, il reddito complessivo, considerando anche quello dell’altro componente, deve essere inferiore cumulativamente ad € 200. 

6) Sono disoccupato dall’8 marzo e la mia famiglia è composta da 3 componenti ma sul mio conto corrente bancario al 31 marzo ho una giacenza secca di € 4.600, ho diritto a percepire i buoni spesa?
Non ha diritto perchè il limite del patrimonio finanziario per un nucleo famigliare di 3 persone è di 4.500 euro

7) Nella mia famiglia sono l’unico a lavorare e sono dipendente presso un’azienda che dall’8 marzo ha diritto di accedere alla Cassa Integrazione in deroga, ho diritto a percepire i buoni spesa?
Ha diritto, se  allo stesso tempo non è titolare di un patrimonio finanziario sul conto alla data del 31 marzo 2020 
di oltre 2.500 euro (se il nucleo è composto da una persona)
di oltre 3.500 (se il nucleo è composto da due persone)
di oltre 4.500 (se il nucleo è composto da tre persone)
di oltre 5.500 (se il nucleo è composto da quattro persone) 
di oltre 6.500 (se il nucleo è composto da cinque o più persone)
Inoltre, nel mese di marzo e precisamente alla data del 8 marzo 2020 deve aver percepito redditi da lavoro  pari o inferiore a € 100. Se per esempio la Sua famiglia è composta da 2 persone, il reddito complessivo, considerando anche quello dell’altro componente, deve essere inferiore cumulativamente ad € 200. 
Inoltre, nessuno nella sua famiglia deve essere percettore di reddito/pensione di cittadinanza o qualsiasi forma di sostegno pubblico (RED-REI-etc) di importo mensile superiore ad € 500,00.

8) Possono essere presentate più  domande dallo stesso nucleo familiare?
No. Deve essere presentata un’unica domanda da parte di un componente maggiorenne. 

9) Come va presentata la domanda?
Si presenta esclusivamente compilando un modulo on line con indicazione dei propri dati anagrafici, contatto telefonico e e-mail. C’è bisogno prima di partire con la compilazione di avere a portata di mano un documento d’identità e il codice fiscale. Una volta finita la compilazione, il modulo va semplicemente inoltrato. Il modulo si trova sul sito del Comune alla sezione “BUONI SPESA-COVID 19”.

10) Come faccio a presentare la domanda se non ho un collegamento INTERNET?
Il modulo on line si può compilare utilizzando anche il cellulare. Se ha difficoltà, in alternativa, può chiamare i numeri indicati e sarà messa in contatto con un volontario che provvederà materialmente alla compilazione.

11) Cosa posso comprare con i buoni spesa e dove posso spenderli?
Può comprare solo beni alimentari, prodotti farmaceutici e prodotti per l’igiene personale, presso i supermercati e i negozi accreditati inseriti in un elenco che verrà pubblicato sul sito del Comune.

12) Sono straniero e non ho la residenza nel Comune di Altamura ma solo la dimora abituale, ho diritto ho diritto a percepire i buoni spesa?
Si, ha diritto.

13) Quando e come potrò ritirare i buoni spesa?
Terminata la fase di presentazione delle domande e conclusa in pochi giorni l’istruttoria, sarà chiamato telefonicamente dagli operatori  del Comune, che la inviteranno presentarsi presso gli sportelli preposti in un giorno e in un orario prestabilito per il ritiro dei buoni spesa.

14) Ho percepito a Marzo la retribuzione come dipendente del mese di febbraio poi sono andato in cassa integrazione ma non l’ho ancora percepita. 
Ha diritto, se allo stesso tempo non è titolare di un patrimonio finanziario sul conto alla data del 31 marzo 2020 
di oltre 2.500 euro (se il nucleo è composto da una persona)
di oltre 3.500 (se il nucleo è composto da due persone)
di oltre 4.500 (se il nucleo è composto da tre persone)
di oltre 5.500 (se il nucleo è composto da quattro persone) 
di oltre 6.500 (se il nucleo è composto da cinque o più persone)
Inoltre, nel mese di marzo e precisamente alla data del 8 marzo 2020 deve aver percepito redditi da lavoro pari o inferiore a € 100. Se per esempio la Sua famiglia è composta da 2 persone, il reddito complessivo, considerando anche quello dell’altro componente, deve essere inferiore cumulativamente ad € 200.
Inoltre, nessuno nella sua famiglia deve essere percettore di reddito/pensione di cittadinanza o qualsiasi forma di sostegno pubblico (RED-REI-etc) di importo mensile superiore ad € 500,00.

15) Non ho la carta di identità, posso indicare nel modulo online anche il passaporto o la patente?
Si

16) Non possiedo nessun indirizzo mail. La procedura di compilazione richiede obbligatoriamente di indicare una mail come posso fare? 
Nel campo mail puoi inserire la seguente mail di servizio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.